Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

Percorso inclusivo virtuale con audio per non vedenti

Opere dei secoli XVI e XVII con audio per non vedenti

Il percorso espositivo dell'ala palladiana, allestito nel piano nobile, mostra le opere dei secoli XVI e XVII che potevano realmente trovarsi nel contesto di un palazzo nobiliare cinque-seicentesco.

Nella prima sala campeggiano tre ritratti di guerrieri, tra cui il celebre Ippolito Porto di Giovanni Antonio Fasolo dove il condottiero, distintosi a Mulhlberg e Lepanto, è ritratto in tutta la sua fierezza. Seguono, nella sala affrescata da Domenico Brusasorzi (Sala delle Virtù Civili) i ritratti delle famiglie Gualdo Valmarana di Giovanni Antonio Fasolo, e l'intenso ritratto di Maddalena Campiglia di Alessandro Maganza.
Nella sala successiva, affrescata da Battista del Moro (Sala della Colonna Traiana) viene celebrata la passione per l'antico dei nobili dell'epoca, con le loro collezioni di monete romane, placchette rinascimentali, due importanti busti all'antica di Alessandro Vittoria e i celebri cristalli di rocca di Valerio Belli.
L'ingresso nel salone segna il passaggio al XVII secolo: i dipinti allestiti a doppio ordine rispecchiano l'uso dell'epoca. Alle pareti, celebri scene mitologiche di Luca Giordano, Giulio Carpioni, Antonio Bellucci.

Inoltre, in questo percorso audio, sono incluse le opere dei secoli XVI e XVII appartenenti al Museo Civico di Palazzo Chiericati come il Sacrificio di Isacco di Giuseppe Vermiglio, l'Erodiade con la testa del Battista di Francesco Cairo e il celebre dipinto di Antoon Van Dyck, Le quattro età dell'uomo. Sono dedicate alla natura morta e al paesaggio la Prospettiva di rovine con figure di Sebastiano e Marco Ricci e il Paesaggio con ninfe pescatrici di Paolo Fiammingo.