Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

Giudizio di Paride

AutoreGregorio Lazzarini
Periodo(Venezia 1655 - Villabona di Rovigo 1730)
SupportoTela, 183x332
InventarioA 311

Descrizione figurativa

Il quadro rappresenta il momento esatto in cui Paride, il capo girato alla sua destra, ascolta da Hermes (Mercurio) la consegna che gli ha affidato Zeus (Giove), cioè quella di giudicare quale fra le tre dee Hera (Giunone), Atena (Minerva) e Afrodite (Venere) fosse la più bella, alla quale consegnare la mela d'oro, che tiene racchiusa nella sua mano destra. Davanti a lui le dee si stanno già svestendo per dimostrargli la perfezione dei propri corpi. E le rosee carni nude infatti rappresentano la chiave stilistica del pittore, la cui fama derivò proprio da questo particolare, in cui raggiunge vette di perfezione alla cui base si colloca uno studio assolutamente accurato del disegno. Come si saprà la mela d'oro venne consegnata ad Afrodite e ciò fu causa principale della rovina del regno troiano di Priamo, di cui Paride era figlio.

Descrizione audio

Quest'opera appartiene al percorso: