Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

Presentazione di Gesù al Tempio

AutoreBartolomeo Montagna
Periodo(Vicenza? 1449 circa - Vicenza 11 ottobre 1523)
SupportoTela, 210 x180
InventarioA 4

Opera tarda di Bartolomeo Montagna, risalente presumibilmente al primo o al secondo decenniodel secolo XVI, la tela è il frutto del lavoro di un artista giunto ormai al termine della sua straordinaria carriera.

Firmata dal maestro nel cartiglio in basso al centro, la pala si trovava in origine sopra l’altare della seconda cappella di destra della chiesa vicentina di San Bartolomeo. Si tratta, come afferma Puppi, di una composizione “alquanto stravagante”, per la posizione delle figure tutte inginocchiate, quasi compresse all’interno di un’incombente struttura architettonica ad abside, impreziosita da un lussuoso pavimento marmoreo a motivi geometrici. I protagonisti sono posizionati dinnanzi ad una singolare arca riccamente decorata, più simile ad un’urna sepolcrale che all’arca santa dell’iconografia tradizionale. Solo nelle espressioni dei volti assorti e pensosi dei personaggi raffigurati e nella realistica fisionomia della figura maschile in vesti moderne sulla destra - probabilmente il committente dell’opera - si manifesta ancora la grande perizia del maestro.

Per la realizzazione della pesante ed insistita intelaiatura architettonica, finemente arricchita con motivi d’oro, si è ipotizzato invece l’intervento del figlio di Bartolomeo, Benedetto Montagna. Degno di nota è il particolare del singolare gradino posto in primo piano, a cui l’artista “sembra delegare, con un gelido esercizio accademico, l’omaggio alla grande innovazione volumetrica dei maestri più giovani” (Villa).

Quest'opera appartiene al percorso: