Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

Vai al contenuto. Vai alla navigazione.

Contenuto.

Vai alla navigazione. Scegli un altro sito.

Cristo portacroce

AutoreBartolomeo Montagna
Periodo(Vicenza? 1449 circa - Vicenza 11 ottobre 1523)
SupportoTavola, 53,6x47,8; spessore 1,6
InventarioA 335

Si tratta di una delle opere qualitativamente più elevate di Bartolomeo Montagna, per capacità di resa emotiva e per la perizia nella pennellata, stesa a rapidi e fitti tocchi sulla base di un impianto disegnativo essenziale, fatto - come mostra l’indagineinfrarossa a cui è stato sottoposto il dipinto - delle sole linee di contorno.

Il linguaggio ormai maturo del maestro, agli inizi del Cinquecento - periodo a cui è possibile ricondurre l’opera -, si apre alle novità proposte dalla pittura veneziana, in particolare dalla lezione di Giorgione, perdendo in parte la severità delle origini. Alcuni particolari del volto di Cristo, come lo sguardo intenso, gli occhi lievemente arrossati, la lacrima che gli riga la guancia, la bocca socchiusa e le gocce di sangue che gli solcano la fronte rivelano tutta la sua sofferenza. L’espressione patetica e commovente del Cristo, la fusione dei toni di colore, sottolineata dall’intensità dei chiaroscuri, l’intonazione intimistica e profondamente malinconica che percorre tutta l’opera sono caratteri propri di questo nuovo orientamento del percorso artistico di Bartolomeo Montagna: sembra quasi che “il maestro cercasse conquiste nuove, ma ancora nella linea della propria intensa e privata emotività” (Villa).

L’infrarosso ha inoltre portato alla luce un ripensamento da parte dell’artista in merito alla posizione della mano sinistra del Cristo, prima pensata più in basso rispetto alla realizzazione definitiva, in una posa in verità piuttosto innaturale.

Quest'opera appartiene al percorso:


Musei Civici Vicenza - Museo civico di Palazzo Chiericati, Piazza Matteotti 37/39 Vicenza - tel. (+39) 0444 222811 - museocivico@comune.vicenza.it

Torna al contenuto. Torna alla navigazione. Scegli un altro sito.