Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

31/05/2022

Giuseppe Fiorello al Teatro Olimpico per una performance inedita sulle relazioni

Nell’ambito di Relazionésimo 2030 dal 15 al 17 luglio alla Fiera di Vicenza

Da sinistra: Duccio Forzano, Ombretta Zulian, Simona Siotto, Ketty Panni, Giuseppe Fiorello

Lunedì 30 maggio l’attore Giuseppe Fiorello è stato protagonista del video Relazionésimo 2030, registrato al Teatro Olimpico di Vicenza.

Si tratta di un’iniziativa propedeutica alla prima esposizione nazionale delle Relazioni incentrata sull’essere umano in programma alla Fiera di Vicenza dal 15 al 17 luglio, patrocinata dal Comune di Vicenza e dallaProvincia di Vicenza. Tre giorni di mostre, convegni, workshop e spettacoli, 13.000 metri quadrati di show tra arte, performance artistiche, incontri e confronti.

L’attore, che presenterà a breve un film che sancisce il suo esordio alla regia, ha offerto in una performance esclusiva la sua personale visione dell’Era del Relazionésimo. Un monologo, dal forte impatto emotivo, al centro della performance “dall’Eden al

Deserto” che, in occasione di Relazionésimo 2030, accompagnerà i visitatori verso una nuova consapevolezza e prospettiva di vita. Perché attraverso il linguaggio dell’arte, della bellezza e della cultura ognuno di noi può scoprire quanto le relazioni siano il fattore determinante per il nostro futuro.

“Il Teatro Olimpico, luogo di bellezza e di cultura, è stato scelto per promuovere un’iniziativa che sottolinea l’importanza dello stare insieme, del mettersi in relazione gli uni con gli altri – sottolinea l’assessore alla cultura Simona Siotto -. Il linguaggio dell’arte si tramuta in linguaggio universale, partendo da Andrea Palladio e dalla città di Vicenza, che più di ogni altra incarna il suo genio indiscusso. La bellezza diventa il nuovo modo di rileggere la cultura e ci porta a recuperare il valore delle relazioni”.

“Siamo onorate che un artista come Giuseppe Fiorello abbia accettato il nostro invito, ma anche la nostra sfida di riaccendere la scintilla delle relazioni riportandole al centro della nostra vita e del nostro agire. Attraverso la sua creatività artistica offrirà ai visitatori di Relazionésimo 2030 un’ispirazione concreta per ritrovare l’armonia del vivere e la capacità di vedere oltre” – affermano Ketty Panni e Ombretta Zulian, promotrici di Relazionésimo 2030.

Il video sarà disponibile al festival Relazionésimo 2030.

Info: https://relazionesimo2030.com/

Audio

Mar07

Galleria fotografica

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Altre notizie