Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

29/12/2021

Mostra “La Fabbrica del Rinascimento”, dall’apertura a Santo Stefano 2.518 visitatori

La mostra "La Fabbrica del Rinascimento. Processi creativi, mercato e produzione a Vicenza" aperta dall’11 dicembre sta riscontrando un buon successo di pubblico.

Sono 2.518 i visitatori che hanno ammirato le oltre 80 opere di pittura, scultura, architettura, accostate a libri, tessuti, oggetti preziosi e arazzi provenienti da prestigiosi musei del mondo.

Il giorno più frequentato è stato quello di Santo Stefano, domenica 26 dicembre, con 475 ingressi.

Risulta particolarmente gradito anche il biglietto aperto utilizzabile in qualsiasi momento, senza la necessità di prenotare: ne sono stati acquistati 952, per la maggioranza dei quali è stata richiesta la speciale confezione regalo proposta insieme ad un panettone Loison.

La cultura ha una grande forza: è in grado di generare benessere in coloro che ne usufruiscono – dice l’assessore alla cultura Simona Siotto -. Credo che in tempi ancora, purtroppo, così difficili gli sforzi fatti per rendere possibile la seconda esposizione del ciclo Grandi mostre in Basilica dedicata al Rinascimento a Vicenza sia una vera boccata d’ossigeno prima di tutto per chi a Vicenza vive e che ha l’opportunità di vedere grandi opere provenienti dai musei di tutto il mondo approfondendo la conoscenza delle vicende storico artistiche di un periodo d’oro per il nostro territorio. E certamente un occasione per quanti giungono da altre città, regioni e anche dall’estero. Il buon successo lo si vede dalle presenze in Basilica, monumento nazionale, il cui maestoso salone viene ancor più valorizzato dall’elegante allestimento che rende comunque sempre leggibile il soffitto a carena di nave rovesciata”.

Informazioni: https://www.mostreinbasilica.it/it/

 

 

Audio

Mer04

Galleria fotografica

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Altre notizie