Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

04/02/2021

"Educare in comune", avviso per individuare partner per la co-progettazione

Per ottenere contributi per progetti a favore del contrasto della povertà educativa messi a disposizione dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio

I servizi sociali del Comune di Vicenza, hanno pubblicato l' "Avviso di manifestazione di interesse a partecipare in qualità di partner alla co-progettazione della candidatura del Comune di Vicenza in risposta all’avviso “Educare in comune” - finanziamento di progetti per il contrasto della povertà educativa e il sostegno delle opportunità culturali e educative di persone minorenni".

L'avviso intende individuare uno o più soggetti partner che siano disponibili a co-progettare proposte di intervento per l’adesione all’Avviso del Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio “Educare in comune” in una o più tra delle seguenti 3 aree tematiche: famiglia come risorsa, relazione e inclusione, cultura, arte e ambiente

Il Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio, infatti, mette a bando 15 milioni di euro al fine di promuovere l’attuazione di interventi progettuali, anche sperimentali, per il contrasto della povertà educativa e il sostegno delle opportunità culturali, formative ed educative dei minori, promuovendo modelli e servizi di welfare di comunità e consolidando le esperienze eventualmente già presenti sui territori. L’avviso è rivolto ai comuni italiani affinché sperimentino e consolidino sui territori modelli e servizi di welfare di comunità nei quali le persone di minore età e le proprie famiglie possano avere il ruolo di protagonisti sia come beneficiari, sia come strumenti delle attività e degli interventi.

Le proposte progettuali dovranno essere formulate a partire dal Documento di Progettazione predisposto dall’amministrazione comunale dove sono indicate le finalità, gli obiettivi e le azioni che il Comune di Vicenza individua quali prioritarie nelle tre aree tematiche.

Possono presentare proposte tutti gli enti pubblici, le scuole dell’infanzia e le scuole primarie, pubbliche, statali e/o parificate, i servizi educativi per l’infanzia e scuole dell’infanzia paritarie, le scuole paritarie di ogni ordine e grado, i soggetti del terzo settore, imprese sociali, enti ecclesiastici ed enti di culto dotati di personalità giuridica, singolarmente o raggruppati in partnership. Gli enti privati dovranno presentare una relazione che dimostri un'esperienza almeno triennale nell'area tematica per la quale intendono candidare la propria proposta.

I soggetti proponenti possono presentare una sola proposta progettuale per ciascuna delle aree tematiche. Data l’urgenza determinata dai tempi di presentazione del progetto, le proposte dovranno pervenire entro il 16 febbraio alle 12. Le proposte dovranno essere inviate via per all’indirizzo vicenza@cert.comune.vicenza.it indicando nell’oggetto “Risposta all’avviso educare in comune”.

Audio

Gio04

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Altre notizie