Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

Vai al contenuto. Vai alla navigazione.

Contenuto.

Vai alla navigazione. Scegli un altro sito.

20/07/2018

OpeNights: Bruno Conte dà voce ai genovesi

Sabato 21 luglio al giardino del Teatro Astra

Bruno Conte e Massimo Barbieri

La settima edizione delle “OpeNights”, rassegna musicale estiva promossa dalla Società del Quartetto di Vicenza, ha in programma sabato 21 luglio al giardino del Teatro Astra una serata molto particolare con la voce di Bruno Conte, accompagnata alle tastiere da Massimo Barbieri.

Una stanza nel cielo”, questo il titolo dell’evento, è un concerto-recital che racconta la nascita di un nuovo modo di comunicare attraverso la musica sorto a cavallo degli anni Cinquanta e Sessanta ad opera di una generazione di giovani amici appassionati di musica e di poesia. La città portuale che fece da culla a questo “movimento” è Genova e i nomi di quegli amici che lasceranno poi una traccia indelebile nella storia della canzone d’autore italiana sono Gino Paoli, Bruno Lauzi, Umberto Bindi, Luigi Tenco e Fabrizio De Andrè. Con il progetto “Una stanza nel cielo” realizzato con la complicità del pianista thienese Massimo Barbieri, Conte ripercorre le storie e le disparate carriere della favolosa cinquina reinterpretando una serie di “evergreen” che vanno da Senza fine a Onda su onda, da Ritornerai a Il nostro concerto, da Mi sono innamorato di te a Bocca di rosa. Dei cinque l'unico in vita – e in piena attività – è Gino Paoli, classe 1934. Tutti gli altri se ne sono purtroppo andati; Tenco, come è noto, in maniera prematura e drammatica. Ma quelle loro canzoni, venute alla luce fra la fine degli anni Cinquanta e i primi Settanta, hanno aperto una strada nuova, hanno fatto innamorare due generazioni di italiani e sono andate in giro per il mondo. Durante lo spettacolo, Conte accennerà anche al ruolo fondamentale che ebbero alcuni collaboratori di questi artisti, in particolare Giorgio Calabrese, Paolo Conte e i fratelli Gianfranco e Giampiero Reverberi. Completa la scaletta della serata un piccolo omaggio a Domenico Modugno, artista del profondo Sud ma idealmente legato all'intensità di espressione e all'estetica musicale dei cinque autori genovesi.

Il concerto inizia alle 21.15 e avrà luogo non, come inizialmente previsto, al giardino del Teatro Olimpico bensì in quello del Teatro Astra che consente una maggiore capienza di pubblico.

La rassegna OpeNights è realizzata in collaborazione con il Comune di Vicenza nell'ambito della rassegna “L'estate a Vicenza 2018” e la scuola di musica “Thelonious”.

La rassegna "Estate a Vicenza" è realizzata dall'assessorato alla cultura del Comune di Vicenza e da Aim Gruppo, in collaborazione con il consorzio turistico Vicenzaè e con alcune associazioni e istituzioni culturali cittadine.

L'ingresso unico a 7 Euro compre un drink. I biglietti si possono acquistare la sera del concerto a partire dalle 20.15 oppure prenotare alla segreteria della Società del Quartetto (0444 543729 info@quartettovicenza.org). In caso di maltempo sarà spostato all'interno del Teatro Astra.

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Altre notizie


Musei Civici Vicenza - Museo civico di Palazzo Chiericati, Piazza Matteotti 37/39 Vicenza - tel. (+39) 0444 222811 - museocivico@comune.vicenza.it

Torna al contenuto. Torna alla navigazione. Scegli un altro sito.