Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

Vai al contenuto. Vai alla navigazione.

Contenuto.

Vai alla navigazione. Scegli un altro sito.

07/06/2016

Il grande romanticismo di Johannes Brahms alle Settimane Musicali al Teatro Olimpico

Mercoledì 8 giugno alle 21

Benedetto Lupo

Mercoledì 8 giugno, in Teatro Olimpico alle 21, per le Settimane Musicali torna la musica da camera di Johannes Brahms, con un programma del grande repertorio tradizionale del romanticismo tedesco. Sul palco Sonig Tchakerian, curatrice del progetto artistico della musica da camera del Festival, assieme ad Alfredo Zamarra (viola), Silvia Chiesa (violoncello), Benedetto Lupo e Viviana Lasaracina (pianoforte).

Il programma si aprirà con la Sonata n. 1 in mi minore Op. 38 per violoncello e pianoforte, nei movimenti Allegro non troppo, Allegretto quasi Menuetto e Trio, Allegro. La interpreterà Silvia Chiesa, violoncellista che ha conquistato pubblico e critica grazie a una brillante carriera solistica che la colloca tra le interpreti italiane più apprezzate nel mondo. Il suo percorso artistico è caratterizzato dall’ampiezza e dall’originalità del repertorio, che comprende anche autori e brani poco noti o ingiustamente dimenticati. E’ artista residente della rassegna internazionale di musica da camera “Amiata Piano Festival” e docente all’Istituto superiore di studi musicali “Monteverdi” di Cremona. Suona un violoncello Giovanni Grancino del 1697.

Al pianoforte, invece, la giovane Viviana Lasaracina, diplomata a 18 anni con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale presso il Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli sotto la guida del M° Benedetto Lupo, con il quale tuttora si perfeziona all'Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma. Nel 2013 consegue il "Master of Art" presso la Royal Academy of Music di Londra con Christopher Elton. Primo premio o finalista in numerosi concorsi pianistici nazionali ed internazionali, ha vinto le audizioni internazionali della "New York Concert Artists and Associates" per il debutto in Carnegie Hall a New York, dove ha poi tenuto un recital nel 2014. Intensa la sua attività concertistica, solistica e con orchestra; dopo il debutto in Sala Verdi a Milano per la "Società dei Concerti” nel 2006, Viviana è stata invitata a esibirsi in importanti sale e Festival in Italia e all'Estero, tra le quali il Teatro Bibiena di Mantova,Teatro Dal Verme e Auditorium Verdi di Milano, Teatro Argentina di Roma, Salle Cortot a Parigi, Steinway Hall e Wigmore Hall a Londra.

Il secondo brano in programma è la Sonata n. 1 in sol maggiore. op. 78 per violino e pianoforte (nei tempi Vivace ma non troppo, Adagio, Allegro molto moderato). Il duo sarà formato da Sonig Tchakerian e Benedetto Lupo, che si incontreranno per la prima volta sul palco dell’Olimpico. Ogni anno, nel progetto della musica da camera che cura per il Festival, Sonig Tchakerian crea ensemble che si creano appositamente per queste occasioni, con ospiti abituali, come Mario Brunello, graditi ritorni come Silvia Chiesa, e nuovi arrivi, come nel caso del M° Lupo, alla sua prima presenza al Festival.

Ospite delle più prestigiose istituzioni internazionali Lincoln Center a New York, Salle Pleyel a Parigi, Wigmore Hall a Londra, Philharmonie a Berlino, Benedetto Lupo ha collaborato con direttori di fama internazionale e suonato con le più prestigiose orchestre di tutto il mondo. Dall’anno accademico 2013/2014 è titolare della cattedra di pianoforte nell’ambito dei corsi di perfezionamento dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e, dal dicembre 2015, ne è accademico effettivo.

Ultimo brano in programma è il Quartetto n. 3 in do minore op. 60 per pianoforte, violino, viola e violoncello (nei tempi Allegro non troppo, Scherzo-Allegro, Andante,
Finale-Allegro comodo)
che vede riuniti tutti i protagonisti del concerto. Al pianoforte sarà Benedetto Lupo e Alfredo Zamarra, violista senza dubbio tra i più apprezzati e richiesti. Dopo gli studi al Conservatori di Piacenza con Claudio Pavolini, l’artista ha approfondito la propria formazione strumentale con Fedor Druzinin, Alexander Lonquich, Piero Farulli e Bruno Giuranna, che lo ritiene uno dei musicisti più fervidi della sua generazione, dotato di un’ottima tecnica strumentale e di una lucidissima sensibilità musicale. Già prima parte della Gustav Mahler Orchestra (1995-96), ha suonato con Claudio Abbado e Bernard Haitink. Lo stesso ruolo ha ricoperto nell’Orchestra da Camera Italiana su invito di Salvatore Accardo. Attualmente è prima viola dell’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia. Ha suonato come solista con l'Orchestra della Fenice di Venezia, dell'Arena di Verona, del Teatro Regio di Parma, l'Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, Orchestra dei Pomeriggi Musicali. Intensa l’attività con i migliori complessi da camera e con grandi strumentisti ad arco italiani, quali Massimo Quarta, Uto Ughi, Salvatore Accardo, Rocco Filippini, Mario Brunello e Giovanni Sollima. Suona una viola Giovan Battista Ceruti del 1793.

 

I Biglietti sono disponibili online, nella biglietteria del Teatro Comunale Città di Vicenza (dal martedì al sabato dalle 15 alle 18.15; tel 0444 324442) e al botteghino del Teatro Olimpico (dal martedì alla domenica dalle 11.00 alle 13.30 e dalle 14.00 alle 16.00; tel. 0444 222801).

Informazioni:
SMTO
tel 0444 302425

info@settimanemusicali.eu
www.settimanemusicali.eu

Galleria fotografica

Benedetto Lupo Lasarcina Silvia Chiesa Sonig Tchakerian Zamarra

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Altre notizie


Musei Civici Vicenza - Museo civico di Palazzo Chiericati, Piazza Matteotti 37/39 Vicenza - tel. (+39) 0444 222811 - museocivico@comune.vicenza.it

Torna al contenuto. Torna alla navigazione. Scegli un altro sito.