Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

"I creatori dell’Egitto eterno"

tre incontri con i curatori della mostra

18/01/2023

In occasione della mostra "I creatori dell’Egitto eterno" in Basilica palladiana fino al 7 maggio 2023, che sta riscuotendo un ampio successo di pubblico, sono previsti degli incontri a tema tenuti dai curatori Corinna Rossi, Paolo Marini e Cédric Gobeil.

Venerdì 27 gennaio alle 17.30 Corinna Rossi, docente di Egittologia al Politecnico di Milano, terrà l’incontro “La tomba egizia come microcosmo” alle Gallerie d’Italia - Vicenza, museo di Intesa Sanpaolo, istituto bancario partner dell’esposizione (contra’ Santa Corona 25, Vicenza).

Giovedì 23 febbraio alle 18 Paolo Marini, egittologo e curatore del Museo Egizio, discuterà di “Timori e speranze a Deir el-Medina. Storie di geni, divinità mostruose e serpenti”, nella sede di Cereal Docks (via dell’Innovazione 1, Camisano Vicentino), nel contesto dell’iniziativa culturale “Carta Bianca l’arte in azienda”, aperta ai collaboratori del Gruppo Cereal Docks e alla cittadinanza.

A concludere il ciclo di conversazioni sarà Cédric Gobeil, egittologo e curatore del Museo Egizio, che venerdì 17 marzo alle 18 parlerà di “La vita quotidiana degli antichi egizi alla luce della scoperta di Deir el-Medina”, a Palazzo Chiericati (piazza Matteotti 37/39, Vicenza).

La modalità di partecipazione agli incontri è a ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Il percorso espositivo presenta 180 reperti, 160 provenienti dalle collezioni del Museo Egizio e 20 dal Louvre di Parigi: statue, sarcofagi, papiri, bassorilievi, stele scolpite e dipinte, anfore, amuleti e strumenti musicali permettono di ricostruire la vita quotidiana degli abitanti di Deir el-Medina. Tra i tesori esposti a Vicenza anche il sarcofago antropoide di Khonsuirdis e il corredo della regina Nefertari, che torna in Italia dopo diversi anni di tour all’estero, in prestito a musei ed enti internazionali. Ai reperti originali si uniscono alcuni contenuti multimediali, che senza sostituirsi all’imprescindibilità della cultura materiale, intendono ampliare, come una sorta di “doppio digitale”, le informazioni e le conoscenze che gli oggetti stessi ci tramandano.

L’esposizione è ideata e promossa dal Comune di Vicenza e dal Museo Egizio, con il patrocinio della Regione Veneto e della Provincia di Vicenza, in collaborazione con il Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio e la Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza. La promozione e l’organizzazione sono curate da Marsilio Arte, che ne pubblica il catalogo. I partner dell’esposizione sono Intesa Sanpaolo e Gallerie d’Italia - Vicenza, Fondazione Giuseppe Roi, AGSM AIM, Confindustria Vicenza, LD72, Beltrame Group ed Euphidra.

Informazioni: https://www.mostreinbasilica.it/it/