Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

16/08/2022

Visioni di danza, dal 19 al 28 agosto

Quest’anno inizierà a fine agosto il festival Visioni di danza ideato dal coreografo e direttore artistico Luciano Padovani per la compagnia Naturalis Labor. Dal 19 al 28 agosto torna la danza a Vicenza e provincia con spettacoli che verranno proposti in luoghi incantevoli.

La rassegna è inserita nel cartellone “Vicenza estate 2022 - cultura, spettacoli, divertimento”, promosso dall’assessorato alla cultura del Comune di Vicenza.

Sarà un festival di danza site specific: in scena numerose compagnie nazionali, riconosciute dal Mic (Ministero della Cultura) che presenteranno le loro più significative creazioni.

Saranno i luoghi ad essere i veri protagonisti, assieme al pubblico e agli artisti: a Vicenza il parco di Villa Guiccioli e la Loggia del Capitaniato, a Valli del Pasubio Forte Maso, ad Asiago al Forte Interrotto

Torna la danza al Parco di Villa Guiccioli a Vicenza: “l’esperienza dello scorso anno con il nostro trittico ci ha spinto a continuare a proporre la danza a Villa Guiccioli, un luogo magico, dove il pubblico assisterà seduto sull’erba, a contatto della natura, sotto un cielo stellato e a stretto contatto anche con gli artisti. Per questo abbiamo scelto compagnie che potessero proporre spettacoli di danza non su un palco ma su un prato, sotto un albero, all’interno di un forte” – dichiara Luciano Padovani.

La prima edizione del festival è stata realizzata nel 2018 a Vicenza e da qualche anno coinvolge altri comuni della provincia.

“Dopo le numerose proposte di teatro e musica di luglio volevamo offrire al pubblico vicentino la danza, nella sue più molteplici sfaccettature e soprattutto in luoghi diversi dal tradizionale spazio teatrale” – precisa Padovani.

La kermesse inizierà venerdì 19 agosto a Valli del Pasubio con uno spettacolo di musica, unico spettacolo non di danza presente in rassegna: gli Imago Quartet proporranno un Omaggio a Ennio Morricone. Lo spettacolo, ad entrata gratuita, si svolgerà a Forte Maso, con inizio alle ore 18. L’originale organico del gruppo, violino, viola, violoncello, bandoneòn-accordeòn, rilegge i successi del grande compositore, con nuovi arrangiamenti e sonorità inedite. Due eccezioni completeranno il programma musicale. “Vuelvo al sur” di Astor Piazzolla, tratto dal film “Sur” e “Mare d’Aral” di Valendei, una composizione originale dedicata al maestro Morricone. 


Il festival prosegue con una Notte della danza / 1 al Parco di Villa Guiccioli domenica 21 agosto alle ore 21. Tre le compagnie coinvolte. La serata inizierà con Jessica De Masi per la compagnia Twain che proporrà il solo In.contrastabile. Seguirà il nuovo lavoro di Greta Bragantini per la compagnia Ersilia Danza, Zeroth, un trio su musiche originali di Andrea Lovo. Chiuderà la serata uno degli spettacoli tra i più applauditi nei numerosi festival estivi e messo in scena dalla compagnia Arearea che lo scorso anno aveva deliziato il pubblico con lo spettacolo Le Mura (a Villa Clementi….). Quest’anno gli Arearea torneranno al festival con Estate, estratto dallo spettacolo ‘Le Stagioni’ per le coreografie di Marta Bevilacqua. In scena cinque danzatrici: cinque donne si faranno attraversare da un forte vento d’estate e cercheranno complicità e solitudine. Nulla è inutile, ci ricorda A. Camus in Estate ed altri scritti solari, tutto può servire a nascere una nuova volta.

Venerdì 26 agosto dalle ore 21 sarà protagonista il tango. La notte del tango, ad entrata gratuita, si svolgerà in Loggia del Capitaniato. Sulle selezioni musicali del TDJ Luca el Pelado gli appassionati di tango potranno cimentarsi su vals, milonghe e tanghi tradizionali. Durante la serata ci sarà l’esibizione di alcuni maestri di tango delle associazioni della città.

Il Parco di Villa Guiccioli torna ad essere protagonista sabato 27 agosto per una serata di danza durante la quale si alterneranno ben quattro  diverse compagnie nazionali. Atacama, EgriBiancoDanza, Gruppo Danza Oggi e Borderlinedanza. Il pubblico dopo lo spettacolo sarà invitato a scambiare chiacchiere con gli artisti. La Notte della danza / 2 inizierà alle 21 con la compagnia Atacama che presenterà l’assolo Io, Lei e me, coreografie di Patrizia Cavola e Ivan Truol. Seguirà Deux, un duetto a firma di Nicola Migliorati e Maria Olga Palliani per il Gruppo Danza Oggi. La compagnia EgriBiancodanza proporrà il nuovo She Screams, un lavoro sull’amore: frammenti di passione e dolore fragilità e forza, dolcezza e follia. Il potere immenso dell’amore che può essere devastante o vivificante visto attraverso un caleidoscopico ritratto gestuale focalizzato su tre donne accompagnato dalle ruvide, appassionate, graffianti canzoni di Janis Joplin. Chiuderà la Notte della danza un duetto che porta la firma di un coreografo e direttore molto conosciuto in Albania e in Europa, Gjergj Prevazj che per la compagnia Borderlinedanza ha realizzato Music in Between. Nella relazione di coppia c'è sempre uno spazio uguale che interdipende l'equilibrio tra i partners. La musica come arte informale spesso riempie il nostro vuoto indefinito, generando emozione, energia, intensità e ovviamente fantasia. I suoni con i loro effetti sul nostro corpo e sulla nostra anima fanno parte della nostra stessa esistenza.

Tre invece gli spettacoli a Forte Interrotto ad Asiago che viene così ‘occupato’ dalla danza del festival. Domenica 28 agosto alle ore 16,30 la piazza d’armi del forte diventa il palcoscenico di tre compagnie nazionali che presenteranno tre diversi lavori. L’intenso e magico Perdutamente, un duetto che racconta il ‘dopo’ di Romeo e Giulietta, per le coreografie di Paola Vezzosi (compagnia Adarte), seguirà l’assolo di Claudio Pisa 'Delirante tenerezza' (compagnia Fabula Saltica) e il suggestivo e vibrante Prélude, su musiche del Prélude à un après-midi d’un faune di Claude Debussy e coreografie di Luciano Padovani per la compagnia Naturalis Labor. Un’atmosfera neoclassica accompagnerà lo spettatore nel rapporto amoroso ma onirico del Fauno e le Ninfe.

Un importante momento di scambio e crescita tra danzatori, coreografi e pubblico è rappresentato dagli incontri Meet The Artist. Quest’anno Visioni di Danza proporrà alcuni incontri con i coreografi e i danzatori invitati dal 22 al 25 agosto; gli incontri potranno si svolgeranno sia all’aperto (Giardino Salvi) o al chiuso in caso di maltempo.

Per informazioni e prenotazioni
www.visionididanza.org
segreteria organizzativa: 349 6226887

visionididanza@gmail.com
direzione artistica: Luciano Padovani
info@naturalislabor.it

​Il programma e gli orari potrebbero subire variazioni.
Per gli spettacoli a Villa Guiccioli e a Forte Interrotto il pubblico assisterà seduto sull’erba. Consigliamo quindi di portare un cuscino o una coperta.


In caso di pioggia

Il programma potrà subire delle modifiche. In caso di pioggia gli spettacoli saranno presentati al chiuso.

Suggeriamo di  contattare la segreteria organizzativa per avere le indicazioni su possibili cambi di location dovuti al maltempo.

Spettacolo del 26/08 a Forte Maso: si farà al coperto al Forte o al Teatro San Sebastiano in via Roma a Valli del Pasubio.
Spettacoli del 21 e del 27/08 a Villa Guiccioli: si faranno nel Loggiato della Basilica Palladiana.
Milonga del 26/08 in Loggia del Capitaniato: la loggia è coperta e quindi non ci sarà alcun spostamento.

 

I LUOGHI

Forte Maso (Valli del Pasubio)
si trova sulla strada che va da Valli del Pasubio (sopra l’abitato di Sant’Antonio) al passo Pian delle Fugazze. Passato il tornante, dopo pochi metri, sulla sinistra una strada a fondo naturale porta al piazzale antistante il forte. Parcheggio al forte e comoda zona di manovra.

Parco di Villa Guiccioli (Vicenza)
E’ il parco del Museo del Risorgimento in viale X Giugno, 115 a Vicenza. Parcheggio antistante e sulla strada.  

Loggia del Capitaniato (Vicenza)
Si trova in Piazza dei Signori, in centro storico a Vicenza. Zona ztl, parcheggi consigliati: piazza Matteotti, contra’ Canove, viale Giuriolo e tanti altri.

Info: https://www.comune.vicenza.it/cittadino/scheda.php/42734,46105

Forte Interrotto (Asiago)

Parcheggiare l’auto a Camporovere e proseguire a piedi lungo via Monte Interrotto (nel primo tratto la strada è asfaltata poi diventa bianca). In questo modo raggiungerete il forte Interrotto in poco più di 50 minuti.

Lasciare l’automobile alla fine del tratto asfaltato in prossimità del monte Rasta e iniziare da qui la vostra passeggiata che vi porterà in cima alla fortezza in circa mezz’ora. La passeggiata al forte Interrotto da Camporovere è molto facile e panoramica. Lungo via Monte Interrotto potrete ammirare la piana di Asiago e i verdi prati dell’Altopiano, dove d’estate pascolano allegramente le  mucche.

Consulta il programma

 

Audio

Mar03

Galleria fotografica

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Altre notizie