Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

Vai al contenuto. Vai alla navigazione.

Contenuto.

Vai alla navigazione. Scegli un altro sito.

Dal 03/03/2018 al 24/03/2018

Visite didattiche guidate gratuite al Torrione di Porta Castello - CHIUSE LE PRENOTAZIONI

Torrione di Porta Castello - Orario: Sabato (alle 15, alle 16 e alle 17)

A CAUSA DELL'ELEVATO NUMERO DI RICHIESTE, SONO CHIUSE LE PRENOTAZIONI DELLE VISITE.

 

Fino al 25 marzo 2018 è possibile visitare Il trecentesco "Torrione di Porta Castello" per vivere un'emozione unica all'interno di uno dei più importanti monumenti della città, in attesa che venga preparato per fungere da luogo di esposizione di arte contemporanea.

Le visite sono gratuite (è obbligatoria la prenotazione) e  sono organizzate dall'associazione Ardea per in gruppi, da un minimo di 8 a un massimo di 25 persone.
I bambini (sotto i 10 anni) devono essere accompagnati.
Per accedere al monumento, a causa della presenza di scale, a tratti ripide e con gradini non sempre regolari, è necessario indossare scarpe adeguate, chiuse, senza tacchi, con suola non sdrucciolevole.

Luogo di svolgimento: Torrione di Porta Castello
piazza Castello, corso Palladio 1
Vicenza

Ingresso: libero Visite gratuite su prenotazione

Organizzatore: "Fondazione Coppola onlus", in fase di costituzione, in collaborazione con l'assessorato alla crescita del Comune di Vicenza

Informazioni

Dettagli storici sul Torrione

Il Torrione di porta Castello, inserito nella cinta urbana medievale facente parte, all’epoca, del cosiddetto “Castello”, venne costruito nel 1343 durante l’occupazione scaligera di Vicenza, probabilmente ristrutturando e ampliando una precedente casa-fortezza appartenuta ad Ezzelino da Romano. Con tale robusta testata difensiva, gli Scaligeri intendevano mantenere al sicuro la via per Verona.
Costituiva, infatti, il più potente ed antico dei vari che munivano la città nel medioevo.
Con l’aggiunta del coronamento merlato e della lanterna superiore, pertinenti alla successiva dominazione Viscontea, il Torrione assunse le fattezze attuali.
Nel corso del ’600, il Castello, ormai privo del suo ruolo difensivo, fu venduto – tranne il Torrione perché di pubblico passaggio – dalla Serenissima ai Valmarana, che ne trasformarono l’ala nord in un palazzo affacciato sul loro antico giardino.
Lo smantellamento delle parti residue, alla fine del ’700, lasciò pressoché integro il Torrione.
Tuttavia, tra l’800 e il ’900, per motivi di viabilità, fu raddoppiato l’arco d’ingresso e il Torrione affiancato da due passaggi pedonali.
L’ultimo restauro risale al 1999.
Resta tuttora identificabile il perimetro interno dell’antico Castello – corte d’armi – nell’ampio spazio rettangolare che si apre oltre il portale del Torrione, prospiciente corso Palladio.

 

Contatti

Per le prenotazioni della visita didattica gratuita contattare l'associazione Ardea per la didattica museale entro le ore 20 del venerdì antecedente la visita:


Musei Civici Vicenza - Museo del Risorgimento e della Resistenza , Viale X Giugno, 115 Vicenza – tel. (+39) 0444 222820 - museorisorgimento@comune.vicenza.it

Torna al contenuto. Torna alla navigazione. Scegli un altro sito.