Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

15/11/2022

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne

Tanti eventi e lo spettacolo benefico “Tutte per una, una per tutte!”, il 25 novembre alle 20.45 al Teatro Comunale di Vicenza

Prosegue per tutto il mese il programma di eventi "Basta violenza di genere" - Giornate d'azione contro la violenza sulle donne ideato in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne che ricorre il 25 novembre.

Concerti, spettacoli teatrali e cinematografici, convegni, incontri, presentazioni di libri, promossi anche quest'anno dall’assessorato alle pari opportunità del Comune in collaborazione con la consulta comunale per le politiche di genere e numerose associazioni cittadine si svolgeranno in vari luoghi della città e tratteranno tematiche differenti per coinvolgere il più possibile la popolazione e invitare ad una riflessione.

Oggi in sala Stucchi l'assessore alle pari opportunità Valeria Porelli insieme agli organizzatori degli eventi e alla Consulta per le politiche di genere del Comune di Vicenza ha presentato il calendario delle iniziative annunciando il concerto benefico “Tutte per una, una per tutte!” al Teatro Comunale in programma proprio il 25 novembre alle 20.45. Il ricavato verrà devoluto a Donna chiama Donna che gestisce il Centro antiviolenza comunale.

"Dopo due anni di pandemia tornano finalmente gli eventi in presenza in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Si tratta di proposte di varia natura tra le quali ricordo il consueto appuntamento con la Marcia silenziosa e, per la prima volta, Viva Vittoria. Segnalo inoltre il concerto benefico al Teatro comunale organizzato dall'associazione vicentina Donna chiama Donna, in collaborazione con l’assessorato alle Pari opportunità del Comune di Vicenza. L'evento propone una serata di musica e parole finalizzata ad una riflessione significativa e profonda sulla violenza di genere, tema delicato e tragicamente attuale. “Tutte per una, una per tutte!” vuole dare significato e valore al grande lavoro che negli anni è stato fatto dalle donne per le donne e che continua ad essere portato avanti dalle volontarie dell’associazione Donna chiama Donna da oltre trent’anni a Vicenza attraverso l’accoglienza e l’ascolto" - ha dichiarato l'assessore Porelli.

L’evento, che vedrà per la prima volta sul prestigioso palco del Teatro Comunale di Vicenza l’Orchestra La Rotonda, nuova realtà musicale vicentina, unisce le energie di artisti e realtà del territorio per accrescere la consapevolezza e l’attenzione sul problema.

Sul palco si alterneranno il coro Schola poliphonica di Monte Berico, i solisti Ilaria Gusella, soprano, e Sara Tommasini, contralto, i musicisti Matteo Marzaro, violino solista, e Davide Vendramin, al bandoneon, sotto la direzione di Silvia Fabbian.

Artisti delle parole saranno le attrici Alessia Bartolomucci, Liliana Boni, Anna Zago. Condurrà la serata Elisa Santucci. Ingresso 10 euro. Prenotazioni: www.tcvi.it.

Nell'ambito del programma di sensibilizzazione "Basta violenza di genere" - Giornate d'azione contro la violenza sulle donne sono state studiate, inoltre, campagne di sensibilizzazione. "Read the Signs - Riconosci i segnali di una relazione tossica" è il titolo che si legge in manifesti e volantini diffusi in città che riassumono i comportamenti che possono rivelare una possibile violenza. L'associazione “Soroptimist club Vicenza” aderisce così alla Campagna internazionale “Orange the world in 16 days 2022” promossa dall’ ONU, da UNWomen e dalla Federazione Europea del Soroptimist International e invita a “Non accettare nessuna forma di violenza" indicando il numero 1522 nel caso in cui ci si riconosca nei contenuti del volantino. Inoltre la sera del 25 novembre gli edifici della Questura di Vicenza e della Caserma dei carabinieri di Torri di Quartesolo saranno illuminati di arancione.

Tra gli eventi più significativi, nell'ambito dei quali non mancherà il coinvolgimento delle scuole, ritorna la "Marcia silenziosa", a cura dell'associazione Donne medico della provincia di Vicenza, della Consulta comunale per le politiche di genere e del Centro antiviolenza comunale. Il 25 novembre l'appuntamento sarà alle 15 all'esedra di Campo Marzo, per ricordare le donne che hanno subito violenza.

Il 19 e 20 novembre vedrà la conclusione il progetto nazionale Viva Vittoria, promosso in città dall'Associazione “Come un incantesimo” con il patrocinio del Comune di Vicenza, il sostegno dell'associazione “Donna Chiama Donna” e l'adesione della Biblioteca Bertoliana. Tante coperte realizzate con i quadrati lavorati a ferri o all'uncinetto dai volontari verranno stese su tutta piazza dei Signori e poi donate in cambio di un’offerta libera destinata al Ceav, il Centro Antiviolenza del Comune di Vicenza per il progetto “La valigia di Caterina”.

Consulta il programma completo 

Guarda la videonotizia

 

Documenti allegati

Audio

Mar01

Galleria fotografica

Da sinistra: Porelli, Gusella, Zatti, Fabbian Da sinistra:  Annalisa Zanon (presidente associazione Donne medico della provincia) Vicenza Porelli, Gusella, Zatti, Fabbian Da sinistra: Porelli, Gusella Da sinistra: Annalisa Zanon (presidente associazione Donne medico della provincia di Vicenza) Porelli, Gusella, Zatti, Fabbian

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Altre notizie