Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

14/09/2022

“Siti e Museo: l’archeologia dal vivo. La preistoria del nostro territorio”

Prendendo spunto dalla mostra “Palafitte e Piroghe del Lago di Fimon. Legno, territorio, archeologia” e dalla sezione relativa alla preistoria dell’area dei Colli Berici, del Museo Naturalistico Archeologico di Santa Corona, è stato studiato il progetto“Siti e Museo: l’archeologia dal vivo. La preistoria del nostro territorio” che prevede cinque itinerari di visita in differenti luoghi per approfondire queste tematiche.

Le iniziative sono promosse dai Musei civici di Vicenza,dall’Associazione Amici dei Musei e dei Monumenti di Vicenza - Gruppo Naturalistico Archeologico e curate da Scatola Cultura s.c.s.

"Il lavoro di istituzioni e studiosi che ha dato vita alla mostra Palafitte e Piroghe prosegue coinvolgendo la cittadinanza in appuntamenti di approfondimento che consentono di conoscere le vicende geologiche del nostro territorio – commenta l’assessore alla cultura -. La varie occasioni di incontro contribuiranno ad una crescita culturale personale e offriranno l’opportunità di vivere a contatto con la natura che conserva ancora le tracce di un passato lontano. Mi auguro che in molti possano cogliere questa preziosa occasione, possibile grazie alla collaborazione di comuni di Arcugnano, Barbarano-Mossano e Zovencedo”

Sabato 17 settembre alle 10 è in programma "La Preistoria a Vicenza", visita di approfondimento alle sale del Museo Naturalistico Archeologico di Santa Corona, con focus sulla mostra “Palafitte e Piroghe del Lago di Fimon. Legno, territorio, archeologia”.
Il percorso durerà 1 ora.
L’ingresso al museo è gratuito per i partecipanti.
Costo della visita 5 euro intero, 4 euro ridotto 6-12 anni e Amici dei Musei di Vicenza, gratis 0-5 anni. Informazioni e prenotazioni, 3774360180, info@scatolacultura.it

Domenica 18 settembre l’attività prosegue l’ escursione archeologica in bicicletta "Valli di Fimon archeobike" da Vicenza a Fimon lungo la pista ciclabile “Renato Casarotto”, segnalata anche come “E7- Paesaggi del Palladio”, con Antonio Dal Lago, già conservatore del Museo Naturalistico Archeologico e in collaborazione con Tuttinbici Fiab.
Ritrovo alle 9.15 presso la sede Tuttinbici Fiab in Vicolo cieco Retrone 25. Il percorso di 12 chilometri è di difficoltà media e dura circa 3 ore. Il rientro è libero. La quota di 5 euro verrà richiesta alla partenza. Informazioni e prenotazioni, 3273462262, info@fiabvicenza.it

Domenica 25 settembre si terrà la visita al sito musealizzato “Grotta di San Bernardino” nel Comune di Barbarano-Mossano con l’archeologo Niccolò Scialpi, ricercatore dell’Università di Ferrara, e la conservatrice del Museo Naturalistico Archeologico di Santa Corona Viviana Frisone che illustrerà gli aspetti geopaleontologici del percorso.
Partenza alle 9 dalla piazza di Mossano, rientro alle 16. Il percorso di 8 chilometri è di difficoltà medio-alta. Per partecipare è richiesta la quota intera di 18 euro, ridotta di 16 euro per 6-12 anni e Amici dei Musei di Vicenza, gratis 0-5 anni.
Informazioni e prenotazioni, 3774360180 (Alice) – info@scatolacultura.it

La visita di domenica 9 ottobre condurrà al sito preistorico “Grotta de Nadale” a Zovencedo con l’archeologa Alessandra Livraghi coordinatrice nel sito delle attività di scavo archeologico e il dottore forestale Roberto Fiorentin, che illustrerà gli aspetti botanici e naturalistici del percorso. Ritrovo alle 9.30 a borgo di Calto (Zovencedo), ritorno previsto alle 13.30; difficoltà media, percorso di circa 5 chilometri.
Quota di partecipazione: 15 euro intero, 13 euro ridotto 6-12 anni e Amici dei Musei di Vicenza, gratis 0-5 anni.
Informazioni e prenotazioni, 3774360180 (Alice) – info@scatolacultura.it

Infine domenica 23 ottobre conclusione con il percorso geologico attorno al Lago di Fimon, nel Comune di Arcugnano con i geologi Giovanni Monegato dell’Associazione Italiana Quaternario e membro del Consiglio Nazionale delle Ricerche e Dario Zampieri, professore associato del Dipartimento di Geoscienze dell’Università degli Studi di Padova, che guideranno alla scoperta dell’origine e della geologia dell’ambiente del Lago di Fimon.
Informazioni in fase di definizione.

 

Approfondimenti

La mostra “Palafitte e Piroghe del Lago di Fimon. Legno, territorio, archeologia”, che rimarrà aperta fino al 31 maggio 2023 al Museo Naturalistico Archeologico di Vicenza, è dedicata allo studioso vicentino Gastone Trevisiol ed espone reperti lignei provenienti dagli scavi ottocenteschi, novecenteschi effettuati nell’area delle Valli di Fimon, integrati da nuove più recenti indagini archeologiche (2009-2012) che contribuiscono alla ricostruzione dell’ambiente naturale in cui è vissuta una comunità umana tra Neolitico antico e le fasi del Bronzo finale. Tra i reperti più significativi e suggestivi vi sono i resti di una piroga monossile risalente a circa 5000 anni dal presente.

L’Associazione Amici dei Musei e dei Monumenti di Vicenza - Gruppo Naturalistico Archeologico, con la collaborazione di Scatola Cultura s.c.s., facendo tesoro dell’esperienza dello scorso anno, propone alcune iniziative culturali che mirano a valorizzare il ruolo che il Museo svolge e il patrimonio che conserva per diffonderne la conoscenza e promuovere la ricerca archeologica nell’ambito del territorio vicentino, in particolare dei Colli Berici.
L’idea centrale del progetto è la costruzione di una rete tra associazione, museo, enti locali, università ed enti di ricerca operanti nel territorio e realtà professionali impegnate nei servizi educativi museali e nella divulgazione culturale ed ambientale, con l’auspicio che nel tempo questa rete possa aprirsi ad altre realtà.
Le iniziative hanno inoltre lo scopo di promuovere il ruolo del volontariato culturale, nello specifico quello svolto dall’Associazione Amici dei Musei e l’azione di agenzie educative, come Scatola Cultura, a supporto delle attività di studio e divulgazione svolte dal Museo, in relazione alla ricerca scientifica in ambito preistorico e naturalistico.   

 

Audio

Mer07

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Altre notizie