Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

15/05/2020

I Musei civici di Vicenza verso la riapertura: la sicurezza come priorità

Sedi accessibili dal 22 maggio

Condividi su:

È pronto il piano di riapertura dei Musei civici di Vicenza che si preparano in questi giorni ad accogliere i visitatori garantendo la permanenza in sicurezza a partire dal 22 maggio.

È stato definito un calendario che prevede l'apertura delle sedi in relazione ai luoghi e ai contesti nell'ottica del contenimento delle spese di gestione e garantendo la presenza in sede di personale addetto all'accoglienza.

L'ingresso sarà gratuito fino al 30 giugno.

Venerdì, sabato e domenica si potranno visitare il Teatro Olimpico, la Chiesa di Santa Corona e il Museo Naturalistico e Archeologico con orario dalle 10 alle 18, il Museo del Risorgimento e della Resistenzadalle10 alle 14 e dalle 15.15 alle 18. Martedì, mercoledì e giovedì Palazzo Chiericati aprirà dalle 10 alle 18.

I musei rimangono chiusi il lunedì. Chiusa la Basilica palladiana.

"Vicenza sarà una delle prime città del Veneto a riaprire al pubblico i suoi istituti museali e il Teatro Olimpico in un momento così complesso e delicato per tutta la comunità, grazie a un piano di contenimento delle spese e di riorganizzazione dei servizi - dichiarano il sindaco Francesco Rucco e l'assessore alla cultura Simona Siotto -. In questa fase vogliamo garantire l'ingresso gratuito per dare la possibilità a tutti di fruire del nostro patrimonio storico, artistico e architettonico. Al centro di questa riapertura un interesse ancora più attento è rivolto alla sicurezza dei visitatori per far sì che abbiano la serenità di trovarsi in un ambiente protetto e regolamentato con trasparenza. Attendiamo quindi il Dpcm che, come annunciato, dovrebbe confermare la riapertura dei musei e dei luoghi di cultura in tutta Italia".

La visita delle varie sedi avverrà in piena sicurezza, rispettando le nuove “Linee guida per la riapertura al pubblico in sicurezza di musei, archivi e biblioteche” a cura della Direzione Beni Culturali della Regione Veneto e le indicazioni contenute nel “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure di contenimento per il contrasto e il contenimento della diffusione del Covid-19 negli ambienti di lavoro” sottoscritto dal Governo e nelle raccomandazioni del Ministero della Salute.

Per il Teatro Olimpico e la chiesa di Santa Corona saranno ammessi ingressi scaglionati dei singoli visitatori fino a un massimo di 25 persone per volta; 20 persone per volta quelle ammesse a Palazzo Chiericati, 15 quelle al Museo Naturalistico Archeologico e altrettante al Museo del Risorgimento e della Resistenza. Sempre valida in tutti i musei la norma distanziamento tra i visitatori, che dovranno essere muniti di mascherina e guanti.

Saranno garantite sanificazioni periodiche nelle zone di accoglienza dei visitatori, nei servizi igienici e nei corridoi. Alla pulizia delle stanze allestite si provvederà secondo i protocolli di sanificazione approvati dall'Istituto Centrale del Restauro.

Secondo la normativa il personale e i visitatori potranno essere sottoposti alla verifica della temperatura corporea ricorrendo prioritariamente a strumenti di misurazione a distanza.

Tutto il personale delle sedi museali seguirà a breve un corso di formazione sui comportamenti da tenere e sulla gestione delle criticità.

Audio

Ven01

Galleria fotografica

Palazzo Chiericati Chiesa di Santa Corona Chiesa di Santa Corona Museo Naturalistico Archeologico Museo Naturalistico Archeologico Museo del Risorgimento e della Resistenza Museo del Risorgimento e della Resistenza Teatro Olimpico Teatro Olimpico Teatro Olimpico Palazzo Chiericati

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Altre notizie