Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

Vai al contenuto. Vai alla navigazione.

Contenuto.

Vai alla navigazione. Scegli un altro sito.

23/11/2016

"Erano come naufraghi", laboratorio teatrale di didattica museale

Al Museo del Risorgimento e della Resistenza di Villa Guiccioli. Venerdì 25 novembre alle 10.30, ingresso libero

Venerdì 25 novembre alle 10.30 il Museo del Risorgimento e della Resistenza presenterà alle scuole vicentine "Erano come naufraghi", nuovo spettacolo-narrazione prodotto dal Museo e da Paola Rossi della Piccionaia.

Saranno presenti una cinquantina di alunni della scuola secondaria di primo grado Ghirotti. Le persone interessate potranno partecipare fino ad esaurimento dei posti disponibili (100 in totale). L'ingresso è libero. Lo spettacolo durerà 1 ora circa.

Si tratta di un laboratorio teatrale di didattica museale che costituisce la prosecuzione di un progetto, nato dalla collaborazione tra Museo del Risorgimento di Vicenza e La Piccionaia centro di produzione teatrale, consistente in un ciclo di proposte incentrate su diversi ambiti del primo conflitto mondiale.

"Erano come naufraghi" (il titolo riporta un'affermazione di Emilio Lussu in "Un anno sull'Altipiano") si rivolge agli studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado e si propone di indagare e restituire attraverso la tecnica della narrazione teatrale un aspetto particolare della Prima Guerra Mondiale: la vicenda dei profughi dell’Altipiano di Asiago, di Tonezza, della valle di Posina, costretti ad abbandonare le proprie case e a cercare rifugio in pianura in seguito all’avanzata dell’esercito austroungarico nel corso della Strafexpedition del maggio del 1916.

Come già nel primo spettacolo "Guerra Bianca. Fuoco sotto la neve", presentato due anni fa in occasione delle manifestazioni per il centenario della Prima Guerra Mondiale, l’obiettivo è quello di fare storia “dal basso”, ridare voce ai testimoni, guardare i grandi eventi da un punto di vista soggettivo, per integrare i programmi scolastici ed avvicinare i ragazzi alla Storia come una materia viva, fatta di tante piccole storie personali.

"Guerra Bianca" è tra l'altro inserita nel calendario approntato dalla Regione Veneto in collaborazione con Arteven circuito teatrale regionale, per un progetto di "lezioni-spettacolo" proposto agli studenti delle scuole superiori del Veneto in occasione del centenario della Prima Guerra Mondiale.

Il racconto e le letture saranno accompagnate da immagini, in parte provenienti dall’archivio fotografico del Museo. La ricerca, la scrittura del testo, la scelta della immagini, e la conduzione del laboratorio saranno a cura dell’attrice Paola Rossi, che si è avvalsa della consulenza storica e scientifica del Museo del Risorgimento e della Resistenza.

Il laboratorio didattico "Erano come naufraghi" è inserito nel POFT per l'anno scolastico 2016/2017 ed è disponibile tra le proposte didattiche del Museo del Risorgimento.

Il laboratorio prevede due momenti: la narrazione con le proiezioni e la successiva discussione con gli studenti nell’Auditorium, e la visita alle sale del Museo, con particolare attenzione alle sale dedicate alla Prima Guerra. I due momenti si completano e si integrano fornendo un quadro complessivo della vicenda storica: da una parte la vita della popolazione civile, dall’altra la vita dei soldati al fronte.

L'iniziativa è promossa dall'assessorato alla cultura del Comune di Vicenza come evento collaterale in occasione della mostra "Ferro, Fuoco e Sangue! Vivere la Grande Guerra" allestita negli spazi ipogei di Palazzo Chiericati fino al 26 febbraio prossimo.

"Si tratta – dice il vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d'Elci – di un altro importante tassello nel quadro delle iniziative che il Comune di Vicenza sta promuovendo per ricordare il centenario della Grande Guerra, e che ruotano intorno alla suggestiva mostra "Ferro, Fuoco e Sangue! Vivere la Grande Guerra" allestita a Palazzo Chiericati. Tra gli obiettivi c'è quello di indurre il visitatore ad una intensa riflessione sugli effetti della guerra, per restituire il senso profondo di un evento che si è impresso in maniera indelebile nella memoria collettiva. In questo senso la mostra e tutte le iniziative ad essa collegate contengono anche un forte valore educativo e didattico e possono contribuire ad una crescita culturale dei cittadini più giovani".

Per informazioni: Museo del Risorgimento e della Resistenza, tel. 0444 222820

museorisorgimento@comune.vicenza.it

Informazioni sulla Mostra "Ferro, Fuoco e Sangue! Vivere la Grande Guerra" su questo sito

Galleria fotografica

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Altre notizie


Musei Civici Vicenza - Museo Naturalistico Archeologico, Contrà S. Corona, 4 Vicenza – tel. (+39) 0444 320440 – (+39) 0444 222815 - museonatarcheo@comune.vicenza.it

Torna al contenuto. Torna alla navigazione. Scegli un altro sito.