Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

10/11/2014

Dalle anfore di Vicenza i traffici commerciali in epoca romana, venerdì 14 novembre

La presentazione di un libro di Stefania Mazzocchin

Condividi su:

I numerosi interventi archeologici susseguitisi negli ultimi decenni a Vicenza hanno fornito, in alcuni casi, un cospicuo numero di anfore, che è andato ad arricchire la preesistente collezione conservata al Museo Naturalistico Archeologico di Vicenza, proveniente da scavi o recuperi ottocenteschi.

A cosa servivano, chi le costruiva, cosa trasportavano, sono solo alcune delle domande cui intende rispondere il nuovo volume di Stefania Mazzocchin “Vicenza. Traffici commerciali in epoca romana: i dati delle anfore” (Editreg, Trieste) che verrà presentato venerdì 14 novembre alle 17 al Museo Naturalistico Archeologico di contra' Santa Corona 4 (ingresso libero).

Insieme all’autrice, a presentare l’opera ci sarà Marisa Rigoni, già ispettrice della Soprintendenza per i beni archeologici del Veneto e direttrice di numerosi scavi effettuati a Vicenza, che hanno portato alla luce molte delle anfore studiate nella pubblicazione.

Si tratta quindi di un appuntamento dedicato in particolare agli appassionati di archeologia, ma anche un’occasione aperta a tutti per essere informati su aspetti nuovi o poco conosciuti della Vicenza di epoca romana.

Documenti allegati

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Altre notizie