Comune di Vicenza

Vicenza: città patrimonio dell'Unesco

20/02/2015

Fino all'8 marzo a Palazzo Chiericati “Antonio López García. Il silenzio della realtà"

Tra i visitatori estratto un viaggio per due persone a Madrid grazie all'Ente per il Turismo Spagnolo

Condividi su:

Fino all’8 marzo 2015, la Pinacoteca Civica di Palazzo Chiericati ospita, insieme alle personali di quattro affermati artisti italiani (Silvio Lacasella, Matteo Massagrande, Giuseppe Puglisi e Piero Zuccaro), la grande mostra “ Antonio López García. Il silenzio della realtà. La realtà del silenzio”, curata da Marco Goldin e organizzata da Linea d'ombra in collaborazione con il Comune di Vicenza.
A distanza di quarantadue anni torna in Italia un’esposizione dedicata a López García, ma per la prima volta in un museo pubblico (nel 1972 era stata la Galleria Galatea di Torino a ospitare una sua personale).
In mostra, a Vicenza, circa quaranta capolavori, dagli anni sessanta a oggi, che ripercorrono la vicenda creativa del grande maestro spagnolo, attivo in America, in Europa e in Giappone (come ben illustra anche la prima monografia in lingua italiana, di 200 pagine, scritta da Marco Goldin, che raccoglie dipinti, disegni e sculture dal 1949 fino a questi giorni).
Preceduta nello spazio antistante la Pinacoteca Civica dalle due grandi sculture, Carmen sveglia e Carmen addormentata, l’esposizione di Palazzo Chiericati si compone di quattro sezioni. La prima riservata alle sculture dell’ultimo decennio, corredata di alcuni disegni preparatori e di grandi disegni a olio, completati proprio per questa occasione. La seconda ai paesaggi, al centro della quale spiccano quadri fondamentali come la storica Gran Vía e Madrid vista da Capitán Haya, ma anche una finestra notturna che rappresenta, ancora non finito, il quadro a cui l’artista sta attualmente lavorando. La terza alle figure, con La cena, e il relativo disegno preparatorio, a fare da fulcro. Infine, nell’ultima sala della mostra, gli affascinanti interni, tra i quali il Frigorifero nuovo, un dipinto della metà degli anni novanta che costituisce uno dei cardini di tutta l’opera. E accanto, alcuni superbi disegni di stanze vuote degli anni settanta, che tanto hanno contato nell’immaginario di molti pittori che a essi si sono ispirati, anche in Italia.
Da oggi fino all’8 marzo i visitatori della mostra avranno l’opportunità, compilando una cartolina, di partecipare a un concorso, ideato e promosso dall’Ente per il Turismo Spagnolo dell’Ambasciata di Spagna in Italia, con la possibilità di vincere un viaggio per due persone a Madrid.

Informazioni sulla mostra: Linea d’ombra, call center 0422.429999, www.lineadombra.it

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Altre notizie